Borsa di studio per la Pace "Nelson Mandela"

"Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l'amore, per il cuore umano, è più naturale dell'odio".

                                                                                                                     Nelson Mandela

L'Associazione Culturale Onlus "Cinzia Vitale" bandisce annualmente una Borsa di Studio rivolta agli studenti dell'ultimo anno del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatrico, i quali, durante la permanenza in Italia, nel rispetto delle multiculturalità, hanno saputo essere Ambasciatori per la Pace. Il Collegio offre agli studenti la possibilità di formarsi in un ambiente ricco di stimoli che unisce, all’elevato livello dei programmi di studio, l’educazione ai valori della tolleranza e della solidarietà, e ciò al fine di sviluppare lo spirito di iniziativa e di adattamento. I 13 Collegi del Mondo Unito hanno sede in Europa, Africa, Asia e America, e sono presieduti da Sua Altezza Reale la Regina Noor al Hussein di Giordania. Il Presidente onorario è stato, fino al dicembre 2013, il compianto Premio Nobel per la Pace, Nelson Mandela.

I testi sulla pace degli studenti del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico sono stati raccolti in un libro dal titolo “Pax aluit vites” e stampato in due copie: una donata a Papa Francesco l'11 maggio 2015, nel corso di una udienza in Vaticano dove a consegnare il pregevole libro è stata Camilla Persello, mentre il secondo manoscritto è stato donato al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 24 maggio 2015, durante la visita al Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico, dove ha reso omaggio alla figura di Corrado Belci, fondatore e primo Presidente del Collegio al quale è stato dedicato l’edificio auditorium dell'Accademia musicale di Duino.

“Sono grato al Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico per aver raccolto in un libro da donare al Santo Padre e al Capo dello Stato i racconti sulla pace premiati dalla Vitale Onlus – ha commentato Roberto Vitale - Un'iniziativa che riconosce non solo il nostro lavoro di sensibilizzazione alla convivenza, ma soprattutto quello degli studenti che annualmente partecipato alla borsa di studio intitolata a Nelson Mandela che la Vitale Onlus bandisce per gli allievi del Collegio del Mondo Unito, i quali, durante la permanenza in Italia, nel rispetto delle multiculturalità, sanno essere Ambasciatori per la Pace”.

Libro sulla Pace donato a Papa e Capo dello Stato

​United World Colleges

"UWC makes education a force to unite people, nations and cultures for peace and a sustainable future"


The aim of the United World Colleges (UWC) is to use education as a force to unite people. UWC Adriatic, with a special emphasis on environmental and humanitarian concerns, brings highly motivated young students from all parts of the world so they can live and learn together. Their objective is to help students become active, involved and educated citizens whose attitudes towards understanding and community service will be a powerful catalyst for change. Through the students, as representatives of their countries, they hope to influence their wider communities to become more understanding, compassionate and peaceful. In short, they wish to create a better and more tolerant world.
United World Colleges is a unique organisation. It is the only global educational NGO that brings students together from all over the world, selected from within their own countries on merit and regardless of their ability to pay. These students come together at one of twelve United World Colleges (UWC) that aim to foster international understanding and peace.

The United World College of the Adriatic was instituted by law (Art. 46 of the Presidential Decree dated 6 March 1978 no. 102) and set up by the Region of Friuli Venezia Giulia in 1982

As a promoter of culture, the United World College of the Adriatic is a registered non-profit organisation with a social purpose (ONLUS).

The UWC International Movement includes UWC schools in 13 countries, National Committees in over 120 countries and almost 40,000 graduates and other members in virtually every country in the world. United World Colleges include among its alumni Ian Khama (President of Botswana), Lene Feltman Espersen (Minister of Economics and Business Affairs, Denmark), Douglas Alexannder (Secretary of State for International Development, UK) and Hakeem Belo-Osagie (Chairman of the United Bank for Africa).

 

Presidents of UWC


President - Her Majesty Queen Noor of Jordan


HM Queen Noor Her Majesty's commitment to international understanding and in particular to peace-building initiatives is an inspirational example to members of the UWC international movement.

"The goal of our educational movement is not simply to produce educated young people but also to nurture activists for peace and future leaders who can help resolve the challenges within their own societies and contribute to building bridges between communities and cultures within their regions and throughout the world"

Honorary President - Nelson Mandela


Nelson Mandela has a long and personal connection with the UWC movement since his children and grandchildren attended Waterford Kamhlaba UWC of Southern Africa. Through his life-long defence of freedom and justice, Nelson Mandela encapsulates many of the ideals which UWC strives to achieve and provides great inspiration for students and alumni.

 

Pace

Art. 1 - La Borsa di Studio per la Pace, assegnata annualmente dall’Associazione Culturale Onlus Cinzia Vitale, intende promuove la cultura della pace e della solidarietà.

Art. 2 - E' assegnata a uno studente frequentante l'ultimo anno del Collegio del Mondo Unito dell'Adriatico, il quale, attraverso la realizzazione di studi e ricerche finalizzati alla crescita di un cultura della pace, “fotografati” in un elaborato scritto (vedere Art. 3,) abbia saputo proporre delle nuove iniziative a favore della convivenza pacifica tra gruppi di diverse etnie e religioni, e capaci di promuovere la fratellanza tra i popoli.

Art. 3 - L'elaborato non dovrà superare le cinque cartelle dattiloscritte (30 righe per 60 caratteri ogni cartella compresi gli spazi)

Art. 4 - La Borsa di Studio per la Pace è attribuita da una Giuria individuata con atto di nomina da parte del Presidente dell’Associazione, su indicazione del Consiglio Direttivo. La Giuria assegna il riconoscimento, consegnando, successivamente, una targa indicante la motivazione e una somma in denaro.

 

Art. 5 - Per partecipare al bando è necessario inviare il modulo di partecipazione compilato in ogni sua parte. Il modulo è scaricabile dal sito internet www.vitaleonlus.it – link MODULISTICA.

 

Art. 6 - La proposta di candidatura - debitamente firmata dal soggetto proponente - dovrà specificare:


a) la qualifica del proponente (dati anagrafici, riferimenti telefonici, e-mail, ecc.)
b)   il curriculum vitae
c)  la motivazione della proposta di candidatura con indicata l’area geografica di provenienza
.

 

Art. 7 - La Segreteria di Presidenza dell’Associazione Culturale Onlus “Cinzia Vitale” si riserva di chiedere anche documentazione aggiuntiva al fine di presentare in maniera completa alla Giuria le candidature raccolte.

Art. 8 – La proposta di candidatura dovrà pervenire entro il 15 settembre di ogni anno secondo una delle seguenti modalità:
a) spedizione postale all'indirizzo della sede dell'Associazione Culturale Onlus “Cinzia Vitale” (in questo caso farà fede la data del timbro postale)
b) invio tramite e-mail all’indirizzo segreteria@vitaleonlus.it

Art. 9 - La Giuria è composta da n. 5 componenti di cui uno svolge la funzione di segretario. Al fine dell’individuazione del vincitore del suddetta Borsa di Studio, la Giuria prenderà in esame il materiale inviato. La Giuria designerà il vincitore a suo insindacabile giudizio.

Art. 10 - Al presente bando sarà data la massima diffusione tramite invio ai principali mezzi di comunicazione, e sarà pubblicato sul sito web www.vitaleonlus.it.

Art. 11 - L’esito del concorso sarà comunicato al vincitore del premio e sarà, comunque, reso pubblico mediante pubblicazione sul sito web www.vitaleonlus.it.